“Meravigliosamente un amor mi distringe”

Zandonai

Presentazione del volume
«Meravigliosamente un amor mi distringe»
Intorno a Francesca da Rimini di Riccardo Zandonai
a cura di Federica Fortunato e Irene Comisso
Accademica Roveretana degli Agiati
Edizioni Osiride

Un secolo fa andava in scena a Torino il capolavoro di Riccardo Zandonai, Francesca da Rimini, ancora oggi la sua opera più rappresentata nel mondo. Un libro appena uscito dalle Edizioni Osiride ne analizza la storia, il linguaggio, il contesto.

Angelo Foletto, il noto critico musicale, collaboratore di “Repubblica” e di molti altri periodici, presenterà il volume mercoledì 10 maggio, alle 17.30, presso la Sala conferenze della Fondazione Caritro (piazza Rosmini 5) dialogando con le curatrici, Federica Fortunato e Irene Comisso, e con il direttore della collana, Diego Cescotti.

Il volume è la prima monografia su questa popolare opera di Riccardo Zandonai, analizzata nelle sue componenti testuali e compositive, con riferimenti ad altre opere musicali sullo stesso soggetto e al dramma di Gabriele D’Annunzio da cui deriva.

“Studi Zandonaiani” raccoglie da anni le ricerche più aggiornate sulla produzione del musicista trentino; curata dal Centro internazionale di Studi “R.Zandonai” è edita dall’Accademica Roveretana degli Agiati e da Edizioni Osiride Rovereto.

Mercoledì 10 maggio 2017

ore 17.30
Sala della Fondazione Caritro
piazza Rosmini 5
Rovereto

 

By amandusherz

Laureato col massimo dei voti e lode all'Università di Firenze con una tesi sui Lieder di Franz Schreker, ha collaborato al programma di sala per la prima rappresentazione italiana di "Die Gezeichneten" a Palermo e ha partecipato come relatore al convegno su Schreker a Strasburgo in occasione della prima assoluta di un'opera di Schreker in Francia. Attualmente scrive la tesi di dottorato alla Goethe-Universität di Francoforte.