Annotazioni a margine su “Die tote Stadt” alla Komische Oper di Berlino / Randanmerkungen über “Die tote Stadt” in der Komischen Oper Berlin

Molto ben diretta, con un direttore (Ainārs Rubiķis) non solo sensibile al continuo dispiego di colori dell’orchestrazione di Korngold, ma anche alle strutture musicali, così da concedersi il tempo per sottolineare il senso melodico e/o drammatico di alcuni passaggi, mentre sembra quasi si diverta a polarizzare ancora di più il miscuglio stilistico della partitura. Bene […]