Calendario dei compositori – giorno 22

22 gennaio: Henri Dutilleux (1916-2013)

@classical-music.net

HENRI DUTILLEUX nasce 22 gennaio 1916 ad Angers, dove i suoi genitori si erano rifugiati per sfuggire ai bombardamenti di Douai della Prima Guerra Mondiale – si può quindi dire che egli venga alla luce in una generale atmosfera anti-tedesca, sulla quale (almeno così mi sembra) egli ha costruito la propria figura pubblica. Per esempio, durante la Seconda Guerra Mondiale egli aderì al Fronte Nazionale dei Musicisti, che era un organo della Resistenza – eppure pare che egli poco prima avesse composto la musica per un film propagandistico del Governo di Vichy, cosa che egli si sarebbe sforzato di far dimenticare. Io personalmente non ci troverei niente di male se egli avesse inizialmente tentato di venire a patti col nuovo regime per poi unirsi alla Resistenza, e trovo notevolmente più ipocrita il voler fare di questo compositore una figura unidimensionale, quasi paladino senza macchia di una certa intellighentia francese. Questo ha portato anche a un’iperbole riguardo ai giudizi critici sulla qualità “francese” della sua musica (Dutilleux sarebbe l’erede di Debussy, l’amico di Messiaen e uno dei musicisti francesi più importanti del XX Secolo dopo Boulez), quando un ascolto privo di pregiudizi facilmente rivela le radici esterofile della sua musica, che oscilla tra rimandi a Britten, Schreker (o comunque quel tipo di corrente), Strauss, Berg, Lutoslawski, Takemitsu e altri, senza mai arrivare a distinguersi davvero in uno stile suo, se non per una generale atmosfera notturna, un buon artigianato e una certa dose di ruffianeria. Tra l’altro dovrebbe essere evidente che un compositore che non solo compone una Sinfonia in piena regola, ma la fa addirittura iniziare con una Passacaglia, non può in alcun modo essere messo in relazione con Debussy… Insomma, Dutilleux è compositore gradevole, ma soprattutto furbo, che ha saputo vendersi estremamente bene.

Henri Dutilleux: Le Temps l’horloge (2009), per voce e orchestra, dedicato a René Fleming – I. Le temps l’horloge II. Le masque III. Le dernier poème IV. Interlude V. Envirez-vous

@ GilPiotr

Henri Dutilleux: Tout un monde lointan… (1970), per violoncello e orchestra, ispirato a poesie di Charles Boudelaire e composto per Mstislav Rostropovich I. Énigme (Très libre et flexible) II. Regard (Extrêmement calme) III. Houles (Large et ample) IV. Miroirs (Lent et extatique) V. Hymne (Allegro)

@ Frederic CHASLIN

Henri Dutilleux: Sinfonia n.1 (1951) – Passacaille

@ Various Artists – Topic
@ Warner Music Group