Calendario dei compositori – giorno 7

7 gennaio: Francis Poulenc (1899-1963)

@ Wikimedia commons

FRANCIS POULENC nasce a Parigi il 7 gennaio 1899. Raggiunge molto presto una certa notorietà e stringe relazioni con tutti i musicisti dell’avant-garde francese, fino a costituire nel 1916 il Gruppo dei Sei assieme a Georges Auric, Arthur Honegger, Darius Milhaud, Louis Durey e Germaine Tailleferre. Influenzati da Erik Satie e Jean Cocteau, questi musicisti volevano svecchiare la musica francese tanto dal wagnerismo quanto dall’impressionismo. Nella musica di Satie è sempre presente una vena surrealista alla Satie, ma anche una descrizione quasi oggettiva dei sentimenti più laceranti, come accade nel suo Monodramma La voix humaine su testo di Cocteau – quasi una controparte del “sismografo dell’anima” espressionista rappresentato da Erwartung di Schönberg. A queste due dimensioni musicali si aggiunge quella trasfigurata della musica sacra, che Poulenc, a partire dalle Litanies de la Vierge nel 1935, frequentò molto assiduamente. In uno stile musicale inconfondibile, apparentemente semplice, cristallino e assolutamente unitario, Poulenc è capace di cangiare in un istante la paletta dei colori passando dall’estasi allo sberleffo, dalla distanza oggettiva alla trascendenza, mischiando in maniera libera accordi tonali e modali, il tutto sotto il segno di una naturale invenzione melodica che rende pieno di grazia qualsiasi materiale musicale egli tocchi.

Lo Stabat Mater (1950) è considerato uno dei capolavori del compositore e uno dei picchi della musica sacra del Novecento; mi piaceva inoltre l’idea di stabilire un confronto a distanza con Pergolesi. Volevo però rendere giustizia anche al lato più surreale della musica di Poulenc, e per questo ho deciso di aggiungere anche le Promenades per pianoforte (1921), un pezzo assurdo e delizioso.

Francis Poulenc: Stabat Mater FP148 – I. Stabat Mater dolorosa II. Cujus animam gementem III. O quam tristis IV. Quae maerebat V. Quis est homo VI. Vidit suum VII. Eja, Mater VIII. Fac, ut ardeat IX. Sancta Mater X. Fac, ut portem XI. Inflammatus et accensus XII. Quando corpus

Kathleen Battle, Tanglewood Festival Chorus, BSO, dir, Seiji Ozawa @DG

Francis Poulenc: Promenades per pianoforte FP24

@1273 Leonidas